Unibo MagazineUnibo Magazine
Home Archivio "Azioni e buoi dei paesi tuoi": la geografia delle società quotate in Italia 

"Azioni e buoi dei paesi tuoi": la geografia delle società quotate in Italia 

Mondo globale e investimenti locali. Un paper di Giulia Baschieri, Andrea Carosi e Stefano Mengoli del dipartimento di Scienze Aziendali analizza il fenomeno di local home bias
Cartina

In uno studio dal titolo "La Geografia delle Società Quotate Italiane e Potenziali Effetti sui Valori di Borsa: "Azioni" e Buoi dei Paesi Tuoi" di prossima pubblicazione su  Banca Impresa e Società (Rivista de Il Mulino) Giulia Baschieri, Andrea Carosi e Stefano Mengoli, del dipartimento di Scienze Aziendali dell'Alma Mater, pongono sotto la lente di ingrandimento un singolare fenomeno. Viviamo in un mondo globalizzato, eppure, quando si tratta di investire scegliamo i titoli azionari della società "sotto casa", di quelle cioè vicine da un punto di vista geografico.

Prof. Mengoli come si spiega questo fenomeno?

"Dimmi qualcosa che non so afferma il navigato Gordon Gekko in Wall Street all’inesperto Bud Fox. Quando si negoziano titoli in borsa, infatti, non è sufficiente disporre di informazioni per trarre profitto (sarebbe sufficiente Internet): occorrono informazioni (in grado di influenzare i prezzi azionari) non a diposizione di altri. E’ ovvio che questa seconda condizione sia altamente improbabile soprattutto in un mondo come quello in cui viviamo. Al tempo stesso, non è impossibile. Fox ad esempio risponde alla provocazione di Gekko informandolo di una notizia riservata relativa alla società quotata per cui lavora il padre e di cui la stampa non è ancora stata informata. Il legame al territorio e la vicinanza geografica potrebbe aiutare a disporre di informazioni privilegiate che altri non hanno (o almeno questo è quello che sembra essere percepito dagli investitori)".


Si tratta di una evidenza nota nel mondo anglosassone con nome Local Home Bias. E da noi?

"La chiamiamo allo stesso modo. Bias perché si potrebbe ritenere un errore cognitivo rispetto ad un comportamento razionale. In realtà, non è detto che si tratti di un vero e proprio bias ed esiste un ampio dibattito sul tema. Local Home bias in quanto sarebbe una preferenza per titoli locali rispetto a titoli geograficamente più distanti".
 

Com’è la geografia delle società quotate nel nostro paese?

"Da noi esiste una sperequazione territoriale evidente che vede le società quotate al Nord preponderanti rispetto a quelle del Sud e isole. Al tempo stesso, la stessa disparità non emerge osservando il livello di reddito pro-capite aggregato per regione che mostra caratteristiche di disomogeneità decisamente meno accentuate (si veda la mappa nell'immagine)".


Quali sono le implicazioni di questo fenomeno emerse dal vostro studio?

"Molto semplicemente se esiste disponibilità di risparmio al Sud e non esistono società quotate in queste aree e al tempo stesso gli investitori preferiscono investire in titoli locali si forma una domanda insoddisfatta di imprese meridionali. Questa domanda insoddisfatta crea una pressione sulle quotazione delle poche società quotate con sede in queste aree. Dal punto di vista economico questo effetto si traduce nella possibilità di finanziarsi a costi convenienti. Questo studio mostra quindi che esisterebbe un incentivo a quotarsi proprio per quelle imprese localizzate nelle aree depresse del paese. E’ indubbio come questo risultato possa essere alquanto importante per un qualunque policy maker".