Unibo MagazineUnibo Magazine
Home In Ateneo Lutto in Ateneo. Scomparsa la prof.ssa Rosa Maria Bollettieri Bosinelli

Lutto in Ateneo. Scomparsa la prof.ssa Rosa Maria Bollettieri Bosinelli

A lungo docente di Lingua Inglese alla Scuo­la Su­pe­rio­re di Lin­gue Mo­der­ne per In­ter­pre­ti e Tra­dut­tori, membro del Nucleo di Valutazione dal 2012 e professoressa emerita dal 2011

È venuta a mancare la notte scorsa Rosa Maria Bollettieri Bosinelli, docente di Lingua Inglese presso la Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori (oggi DIT) dell’Università di Bologna.

Fondatrice e Direttrice della Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori (1990) e del Dipartimento di Studi Interdisciplinari su Traduzione, Lingue e Culture (2000), è stata una delle figure più importanti che nel corso del tempo hanno operato per lo sviluppo del decentramento dell’Università di Bologna.

Studiosa e docente di grande rilievo e spessore nel panorama dell’anglistica italiana e internazionale, ha pubblicato numerosissimi studi che spaziano dall’ambito letterario a quello linguistico e culturale. In particolare, si è occupata dell’opera di James Joyce, di traduzione multimediale, linguaggi specifici, traduzione e alterità culturale. Dagli anni novanta, ha portato in primo piano in Italia l’importanza degli studi sulla traduzione e sull’interpretazione e, in particolare, sulla traduzione multimediale. È stata invitata come visiting professor dalla University of Laramie, University of Cincinnati, University of Miami e dalla Stanford University.

È stata Presidente della International James Joyce Foundation, dal 2000 al 2004; presidente del “Centro Diego Fabbri”, di studi, ricerche e formazione sul teatro e i linguaggi dello spettacolo dal 2005 al 2012; componente del Consiglio Direttivo dell’Associazione Italiana di Anglistica (1984-87); nel giugno 1986 è stata eletta membro del “Board of Trustees” della James Joyce Foundation e designata come responsabile del programma scientifico dell’XI International J. Joyce Symposium, presso la Fondazione Cini di Venezia; ha inoltre partecipato al comitato scientifico fondatore della “James Joyce Foundation di Zurigo”, uno dei centri di ricerca su Joyce più prestigiosi a livello mondiale, e ha fondato, nel 2005, la rivista elettronica mediAzioni. Per l’Università di Bologna è stata inoltre componente dell’Osservatorio della Ricerca per l’area umanistica, del Consiglio direttivo della Scuola Superiore di Studi Umanistici, dell’assemblea della Fondazione Alma Mater e del Nucleo di valutazione.

Se nelle sue attività istituzionali ha sempre mostrato doti straordinarie di impegno e rigore, nella sfera privata concedeva tratti indimenticabili di affettuosa disponibilità umana nei confronti di studentesse e studenti, colleghe e colleghi che hanno avuto la fortuna e il piacere di frequentarla.

Mercoledì mattina si terrà la cerimonia accademica di commiato, alle ore 10 presso la Cappella dei Bulgari prima che la salma venga trasferita alla Sala del Commiato del Cimitero di Ravenna alle ore 14 dello stesso giorno.