Unibo MagazineUnibo Magazine

Angela Baraldi ad ArtRockMuseum per il suo nuovo album

Anche quest'anno, a Palazzo Pepoli, la cantante bolognese si esibirà per presentare i brani del nuovo album, Tornano Sempre, tra improvvisazione ed eroi dimenticati

Mercoledì 22 marzo, alle 19.30, terzo appuntamento con ArtRockMuseum – Suoni nuovi a Palazzo Pepoli. Angela Baraldi, cantante bolognese, già ospite della scorsa edizione di ArtRockMuseum, si esibirà anche quest’anno con i brani del nuovo album, Tornano Sempre, il suo ottavo lavoro prodotto da Giorgio Canali.

Il disco è frutto di improvvisazioni a microfono aperto: Angela con la Telecaster in mano o seduta dietro il piano elettrico, Stewie DalCol a stendere tappeti di chitarre o tastiere, Giorgio Canali a storcere le dita sulla Les Paul, Vittoria Burattini a tenere insieme tutto con un groove rotondissimo e rotolante. Ne esce un’improvvisazione lunghissima, decadente e morbosa, alla Lou Reed, a cui segue la stesura dei testi e l’individuazione dei dieci brani che compongono il disco. Dieci canzoni che raccontand di eroi dimenticati, di angoli trascurati, di figure fantastiche e reali e di storie finite male. Quelle d’amore e quelle di strada. Canzoni intimamente crudeli. Canzoni di guerra interiore e collettiva.

Anche questa settimana è disponibile una promozione per gli studenti dell'Università di Bologna: i primi cinque studenti dell'Alma Mater che, la sera del concerto, presenteranno il badge universitario alla reception del Museo, riceveranno 5 ingressi omaggio alla mostra “Costruire il Novecento. Capolavori della Collezione Giovanardi” a Palazzo Fava.



Chiudi

ArtRockMuseum 2017

dal 8 Marzo al 10 Maggio 2017

Palazzo Pepoli, Museo della Storia di Bologna (Via Castiglione, 8 - Bologna)

Ingresso libero

Suoni Nuovi a Palazzo Pepoli

Sono previste promozione per gli studenti dell'Università di Bologna, da scoprire lo stesso giorno dello spettacolo.

8 Marzo 2017

Paolo Benvegnù

ore: 19:30

Una delle voci più emozionanti della nuova canzone d’autore italiana. Ad ArtRockMuseum presenta i brani del suo nuovo disco, H3+, dedicato alla perdita, all’abbandono e alla rinascita, un’antologia di visioni, dove la grazia, la molecola alla base della vita, riempie gli spazi tra le emozioni, conservando la memoria di quello che siamo stati e quello che saremo. H3+ conclude la trilogia iniziata da Hermann e Earth Hotel: un viaggio a tre tappe all’interno dell’anima. Paolo Benvegnù è uno dei migliori autori del nostro paese, un vero artista della parola suonata. Anche Mina, ha reinterpretato una sua canzone “io e Te”; i suoi brani sono stati cantati anche da Irene Grandi (E’ solo un sogno), Giusy Ferreri, Marina Rei (Il mare verticale).

15 Marzo 2017

Fast Animals Slow Kids

ore: 19:30

I Fast Animals Slow Kids saranno a Bologna con le canzoni del nuovo album, Forse non è la felicità. Il loro disco più complesso e audace, perché nato in assoluta libertà espressiva. Energico e penetrante, acuto e talvolta feroce, sviluppa, con sorprendente continuità rispetto ai dischi precedenti, una risposta schietta alle rivoluzioni e ai disordini che la vita impone. Dietro la composizione c'è l'obiettivo di individuare e assorbire quegli stimoli - musicali, sociali o culturali - che, pur facendo parte della nostra quotidianità, rimangono inosservati e inascoltati. Musicalmente parlando, si passa da canzoni che sembrano colonne sonore di film sulle proteste sociali in Inghilterra a pezzi basati su strutture particolari tipiche degli anni '70; si va dal morbido suono dei vecchi vinili alla svogliatezza e stanchezza delle band lo-fi di inizio anni '90.

22 Marzo 2017

Angela Baraldi

ore: 19:30

La cantante bolognese, ospite nella passata edizione di ArtRockMuseum,si esibirà anche quest’anno con i brani del nuovo album, Tornano Sempre. Il disco è frutto di improvvisazioni a microfono aperto, Angela con la Telecaster in mano o seduta dietro il piano elettrico, Stewie a stendere tappeti di chitarre o tastiere, Giorgio a storcere le dita sulla Les Paul, Vittoria a tenere insieme tutto con un groove rotondissimo e rotolante. Ne esce un’improvvisazione lunghissima, decadente e morbosa, alla Lou Reed, a cui segue la stesura dei testi e l’individuazione dei dieci brani che compongono il disco. Dieci canzoni che raccontando di eroi dimenticati, di angoli trascurati, di figure fantastiche e reali e di storie finite male. Quelle d’amore e quelle di strada. Canzoni intimamente crudeli. Canzoni di guerra interiore e collettiva.

29 Marzo 2017

Saluti da Saturno

ore: 19:30

Saluti da Saturno sono una delle declinazioni sonore di Mirco Mariani, pluristrumentista, curatore di un laboratorio studio di registrazione dove conserva (e utilizza) meraviglie sonore elettroniche, analogiche e vintage. Chitarrista e ‘direttore d’orchestra’ con Vinicio Capossella, mente di Extraliscio, misto di chitarre punk e melodie liscio, porta ad ArtRockMuseum, in anteprima, i brani del nuovo album di Saluti da Saturno, in uscita adesso.

5 Aprile 2017

Dente

ore: 19:30

Giuseppe Peveri, in arte Dente, nasce a Fidenza (PR) nel 1976. Poco più che adolescente inizia a suonare in varie rock band sino a quando nel 2006 esordisce come solista. E’ uno dei più apprezzati cantautori italiani, con un pubblico molto ampio, che ama il suo personalissimo pop dai tratti essenziali e ricercati. Il suo ultimo album, che presenta ad ArtRockMuseum, è Canzoni per metà.

12 Aprile 2017

Edda

ore: 19:30

Ancora una presentazione di un nuovo disco ad ArtRockMuseum. Edda porterà infatti le canzoni dell’album, appena uscito, Graziosa utopia, un disco maturo, forte e disperato, denso di suggestioni, spiritualità, provocazioni e amore incondizionato. Graziosa Utopia è il titolo del disco, ma non esiste alcuna canzone con quel nome: è il concetto che lega le note con le parole, la sintesi perfetta del percorso interiore che ha portato la nascita delle canzoni. Le melodie, talvolta corrotte da brusche e geniali intuizioni musicali, s’intrecciano con raffinate e suggestive scelte armoniche. Non è un disco aggressivo e nemmeno un disco di protesta. Edda ha fatto pace con se stesso e dialoga con i suoi demoni con insospettabile leggerezza, dispensando immagini e sensazioni di rara forza e indiscutibile serenità.

19 Aprile 2017

Giorgio Poi

ore: 13:30

Giorgio Poi arriva a d ArtRockMuseum per eseguire dal vivo alcuni brani di Fa Niente, il suo esordio come solista. Nove brani in cui le parole accompagnano l’ascoltatore in un immaginario privato, abitato da melodie fluttuanti e dirompenti. Romano di adozione, Giorgio Poi appena ventenne si trasferisce a Londra, dove si diploma in chitarra jazz alla Guildhall School Of Music And Drama. Nel frattempo dà vita ai Vadoinmessico, con i quali pubblica il fortunatissimo album Archaeology Of The Future che li lancia in un tour che toccherà tutta l’Europa e anche gli States. Dal 2013 vive tra Londra e Berlino, guardando all’Italia da lontano, e subendo il fascino con cui la distanza la impreziosisce. Così inizia a scrivere alcuni brani in italiano. Ne viene fuori un disco di canzoni d’amore personali, malinconiche e psichedeliche, uscito per Bomba Dischi.

26 Aprile 2017

Amerigo Verardi

ore: 19:30

Amerigo Verardi è stato uno dei protagonisti dell’ondata del rock psichedelico italiano degli anni 80. Visionario e lisergico, ha continuato a comporre canzoni che offrono visoni dai colori tenui, sognanti, alternando il suo lavoro di musicista a quello di produttore, ad esempio per i Baustelle E’ appena uscito l’album, doppio, che segna il suo ritorno sulle scene, ‘Hippie Dixit’, che presenterà ad ArtRockMuseum. Di lui Francesco Bianconi, leader dei Baustelle, ha detto, ‘Gli dobbiamo davvero tanto e fa piacere ritrovarlo in giro con un disco così ispirato

3 Maggio 2017

Rancore

ore: 19:30

Una delle voci più originali della vivace scena dell’hip hop italiano, Rancore, vero nome Tarek Iurcich, esordisce nel 2004 a soli 14 anni. Finalista e vincitore di tante competizioni di freestyle da Da Bomb a Tecniche Perfette, ha collaborato con rapper come Marracash e Dargen. Ad ArtRockMuseum porta le canzoni del disco SeguiMe/Remind, rilettura del suo primo lavoro, pubblicato nel 2006. Per l’occasione il rapper ha creato un live show con la GusBumpsOrquestra, formazione che usa, al posto delle basi elettroniche, violino, flauto traverso, pianoforte e percussioni autocostruite.

10 Maggio 2017

Secret Concert

ore: 19:30

Dal vivo un’importante band italiana con un concerto unico pensato per la rassegna ArtRockMuseum.

Allegati