Unibo MagazineUnibo Magazine

ZamBest: la nuova estate all'Università di Bologna

Piazza Scaravilli (che si trasforma in giardino), il Cortile dell'Ercole e il Cortile del Pozzo sono i tre luoghi protagonisti del nuovo programma culturale estivo promosso dall'Alma Mater con il Comune di Bologna. Letture, spettacoli, concerti, incontri e dibattiti con al centro un tema comune: la cultura degli anni Settanta

Si chiamerà ZamBest la nuova estate all'Università di Bologna. Un cartellone di appuntamenti tra giugno e luglio, parte integrante di Best, il programma di eventi estivi promosso dal Comune di Bologna.

La zona universitaria torna così al centro della programmazione estiva, con un ampio programma culturale nei giardini e nei cortili intorno a via Zamboni. Piazza Scaravilli, il Cortile dell'Ercole e il Cortile del Pozzo sono gli scenari in cui avranno i tanti eventi previsti, dalle letture di testi ai piccoli spettacoli, dai concerti al programma di incontri e dibattiti.

Dal punto di vista tematico, pur con alcune eccezioni, le iniziative saranno incentrate sulla cultura degli anni Settanta, e in particolare la cultura che si è formata nell'Ateneo durante quel decennio. Enrico Palandri, Gianni Celati, l'esperienza della performance, il teatro e la poesia di Giuliano Scabia, la musica e la canzone sono solo alcuni dei temi a cui verranno dedicate le serate.

"Gli anni Settanta - spiega Marco Antonio Bazzocchi, delegato per le attività culturali dell'Alma Mater - sono stati un decennio di cultura vivissima a Bologna, che ha visto nell'Università un suo centro fondamentale. Dal momento che ci troviamo in un anno che deve anche ricordare cosa è stata Bologna in quel periodo, abbiamo pensato che per gli studenti e il pubblico oggi fosse importante recuperare quella cultura".

L'inizio ufficiale della rassegna coinciderà con l'inaugurazione di Piazza Scaravilli, che grazie al primo intervento del progetto Rock sulla zona universitaria sarà trasformata in un vero e proprio giardino, diventando spazio esplicitamente dedicato alle iniziative studentesche e ai dibattiti.

In programma alcune aperture straordinarie dei Musei universitari: giovedì 15 giugno e martedì 20 giugno, il Museo di Palazzo Poggi resterà aperto dalle 16 alle 21. Lunedì 26 giugno sarà organizzata una visita guidata al Museo di Palazzo Poggi su prenotazione (max 40 persone) alle 17 con aperitivo. Venerdì 14 luglio saranno organizzate due visite guidate al Museo di Palazzo Poggi, alle 18 e alle 19 su prenotazione.

 

Nelle serate del 15, 19 e 20 giugno, in Piazza Scaravilli, sarà possibile acquistare le ciliegie Unibo presso il gazebo dell'Azienda Agraria dell'Alma Mater. Inoltre, come di consueto, la programmazione dell'area si completa con le attività del Botanique (16 giugno – 22 luglio), la consolidata manifestazione organizzata da Cooperativa Estragon negli spazi verdi del complesso universitario di via Filippo Re.


Il progetto ZamBest, curato da Università e Comune di Bologna, si realizza in continuità con le rassegne Zambè, della scorsa estate, e La via Zamboni, che si è svolta invece nel periodo invernale, nel segno di una rinnovata energia da parte delle istituzioni nella cura della area che abitano.

ZamBest è parte di Best, il programma estivo che quest'anno si rinnova intorno all'idea forte della Cultura che si fa spazio, invade i luoghi e li accende, rendendosi strumento concreto di riqualificazione, terreno fertile per nuove relazioni possibili tra gli spazi della città e i cittadini che li abitano.