Unibo MagazineUnibo Magazine
Home Sport Trenta medaglie per il Cus Bologna ai Campionati nazionali universitari

Trenta medaglie per il Cus Bologna ai Campionati nazionali universitari

Il braccio sportivo dell'Alma Mater chiude l'edizione 2017 dei tornei sportivi degli atenei italiani, ospitata a Catania, con sette ori, undici argenti e dodici bronzi

galleryTrenta medaglie. Il bottino del Cus Bologna è come sempre corposo. L’ultima edizione dei Campionati nazionali universitari di Catania ha dimostrato, una volta di più, le capacità del braccio sportivo dell’Alma Mater di allestire gruppi e formazioni di qualità. Di riuscire a pescare, lungo via Zamboni, atleti che sappiano coniugare nel migliore dei modi lo studio con la pratica sportiva. Che è poi il messaggio che più volte il rettore Francesco Ubertini e il presidente del Comitato per lo Sport Universitario, Giacomo Calzolari, hanno lanciato.

Il presidente del Cus Bologna, Piero Pagni, l’ha fatto suo, Margherita Mezzetti, la vice presidente e il direttore Federico Panieri lo hanno messo in pratica in Sicilia, con l’ausilio di persone di valore quali Chiara Boschi e Agostino Briatico. Così, per arrivare a quota 30, c’è il triplete (oro, argento e bronzo) del taekwondo che nell’ultima giornata di gare mette in fila De La Rua (oro nei 58 chili), Michele Ceccaroni (argento nei 68 chili), Davide Evangelisti (bronzo negli 80 chili).

Un’altra medaglia d’oro arriva poi nel tennis. La firma è di Camilla Abbate che dopo l’argento nel doppio femminile, conquista il primo posto nel singolare in rimonta 4-6, 7-6, 6-2.

Nell’atletica doppia medaglia d’argento grazie a Marco Gianantoni nei 100 e a Sherry Isoga nel salto triplo. Oro invece sia per Marco Gianantoni (200 metri) che per Eugenio Meloni il quale, nel salto in alto, supera la misura di 211 centimetri. Altro argento, poi, con Lucia Quaglieri (nei 400 ostacoli), e due bronzi con Davide Piccolo, sempre nei 400 ostacoli, e con Noa Ndirmurwanko nel lancio del martello. Il karate regala il terzo posto con Vincenzo Sberna nel combattimento 84 chili. Da non dimenticare, infine, ancora per il taekwondo gli argenti di Filippo Ludovico (forme), Chiara Cervelli (combattimento 67 chili, cintura verde), Silvia Lombardi (combattimento 67 chili cintura nera), Chiara Davalli (combattimento 57 chili cintura nera).

Un po’ di rimpianto per la formazione di basket allenata da Matteo Galli e Jordan Losi, costretta ad alzare bandiera bianca proprio alle ultime curve contro i tradizionali rivali-nemici del Cus Milano. Paga il tributo alla sorte, il Cus Bologna (tanti infortunati) che esce come sempre a testa alta, perché conquistare una finale non è comunque da tutti i giorni. La finale se la prende Milano che si impone per 84-74. Il tabellino del Cus Bologna: Brighi 11, De Pascale 6, Trentin 2, Savio 3, Tugnoli 7, Santini ne, Iattoni 15, Fin 3, Pini 4, Cacace 18, Bartolozzi 5.

Un medagliere di tutto rispetto nel segno del Cus Bologna e del partner Mielizia che ha accompagnato il braccio sportivo dell’Alma Mater in questo periodo.


Il medagliere dei Campionati nazionali universitari
7 medaglie d’oro: volley maschile, volley femminile, Francesca Ponti (sciabola), Camilla Abbate (tennis, singolare femminile), Marco Gianantoni (atletica leggera, 200 metri), Eugenio Meloni (atletica leggera, salto in alto), De La Rua (taekwondo, 58 chili).

11 medaglie d’argento: Nicola Catenelli e Riccardo Pozzi (canottaggio); Elena Pavolucci e Camilla Abbate (tennis doppio femminile), Marco Gianantoni (atletica leggera, 100 metri), Sherry Isofa (atletica leggera, salto triplo), Lucia Quaglieri (atletica leggera, 400 ostacoli), Filippo Ludovico (taekwondo, forme), Chiara Cervelli (taekwondo, combattimento 67 chili, cintura verde), Silvia Lombardi (taekwondo, combattimento 67 chili, cintura nera), Chiara Davalli (taekwondo, combattimento, 57 chili, cintura nera), basket maschile, Michele Ceccaroni (taekwondo, 68 chili).

12 medaglie di bronzo: Massimo Gandolfi (golf), Christian Cicala (pugilato, categoria 81 chili ), Morena Falcone (pugilato, categoria 60 chili), Emanuele Monopoli (Lotta libera, categoria 70 chili), Emanuele Monopoli (Lotta grecoromana, categoria 70 chili); Andra Burlacu (pistola 10 metri), Sherry Isofa (atletica leggera, salto in lungo), Davide Piccolo (atletica leggera, 400 ostacoli), Noa Ndimurwanko (atletica leggera, lancio del martello), Vincenzo Sberna (karate, combattimento, 84 chili), Chiara Cervelli (taekwondo, forme), Davide Evangelisti (taekwondo, 80 chili).