Unibo Magazine Unibo Magazine
Home In Ateneo Un nuovo TecnoLab per gli studenti e il personale Unibo, nessuno escluso

Un nuovo TecnoLab per gli studenti e il personale Unibo, nessuno escluso

Inaugurato il laboratorio dell’Alma Mater per l’inclusione digitale, che rende disponibili le più innovative tecnologie assistive utili per chi studia e lavora all'Università di Bologna

Fotoracconto

Si chiama TecnoLab il nuovo laboratorio inaugurato oggi, in Via Zamboni, 38 a Bologna, dal Rettore Francesco Ubertini, dalla Prorettrice agli Studenti Elena Trombini e dal Delegato alla disabilità Rabih Chattat. Uno spazio nato per offrire la possibilità di conoscere e usare consapevolmente le più innovative tecnologie assistive utili per la didattica, lo studio e il lavoro di tutta la comunità dell’Università di Bologna.

Il Tecnolab si presenta come uno spazio polivalente, con isole di lavoro e spazi per la formazione, dotato di postazioni multimediali attrezzate con hardware e software utilizzabili da parte di tutti. A disposizione di studenti e personale docente e tecnico-amministrativo dell’Alma Mater ci sono anche un touch screen e un computer portatile per seminari, workshop e per attività di consulenza, oltre a tutorial sia in formato video che cartaceo utili all’auto-formazione rispetto alle potenzialità delle tecnologie assistive disponibili.

Previsti anche momenti seminariali, workshop di approfondimento, consulenze ed esercitazioni per imparare a usare i software più innovativi per l’inclusione digitale, oltre ad attività di sperimentazione e apprendimento individuale.

Il TecnoLab è il risultato di una collaborazione trasversale del personale dell’Università di Bologna e realizzato con il contributo della Fondazione Teodoro Poeti.