Unibo Magazine Unibo Magazine

Scatta le differenze: a confronto la Bologna di ieri e di oggi

Prendi una delle fotografie più antiche del centro storico di Bologna e scatta oggi una foto analoga. Scade il 15 settembre il concorso fotografico organizzato dall'Alma Mater, nell'ambito della Notte dei Ricercatori, per scoprire cosa è cambiato in città nel corso degli ultimi due secoli. In palio 5 premi a marchio Unibo

"Bologna 200 anni fa e oggi. Scatta le differenze" è il concorso fotografico organizzato dal prof. Gabriele Bitelli e da Giorgia Gatta dell’area di Geomatica del Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali - DICAM dell'Università di Bologna, nell'ambito della Notte dei Ricercatori che si svolgerà il 29 settembre a Bologna, Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini. Un'iniziativa aperta a tutti che offre la possibilità di percorrere un viaggio nel passato di Bologna, mettendo a confronto le foto di ieri con gli scorci della città di oggi.


I partecipanti possono scegliere una veduta antica di Bologna dalla mappa disponibile sul sito del concorso e, dopo averla fotografata oggi dalla stessa prospettiva, inviare online la foto secondo le regole indicate sul sito. In questo modo sarà possibile mettere a confronto gli scorci della Bologna di ieri e oggi, mettere in luce le differenze e i cambiamenti avvenuti in città nel corso degli ultimi due secoli e, infine, contribuire alla realizzazione di un GIS per navigare nella Bologna del presente e del passato, anche attraverso meravigliose carte antiche della città, georeferenziate in ambiente digitale tramite le moderne tecniche geomatiche.

Il concorso fotografico, aperto a tutti, scade il 15 settembre e prevede l'esposizione delle foto più belle, in occasione della Notte europea dei ricercatori, presso il Palazzo d’Accursio, venerdì 29 settembre.

Nata nel 2005, la Notte è un’iniziativa della Commissione europea che vede i ricercatori di tutti i paesi della UE darsi appuntamento per incontrare il pubblico in una serata all'insegna della divulgazione scientifica e del divertimento. A Bologna, Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini la Notte dei ricercatori si svolge nell’ambito di SOCIETY, uno dei sei progetti selezionati in Italia dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Horizon 2020 Marie Sklodowska Curie Actions (Grant agreement n. 722963).