Unibo MagazineUnibo Magazine

Fico Eataly World: il Parco che promuove cibo e sostenibilità

Dal 15 novembre apre le sue porte, a Bologna, il più grande parco agroalimentare nato dall’impegno della Fondazione FICO e dei suoi partner istituzionali tra cui l’Alma Mater, con l’obiettivo di veicolare i valori legati alla corretta alimentazione e a uno stile di vita sano

E’ stata fissata per il prossimo 15 novembre la data di inaugurazione del più grande parco agroalimentare del mondo, FICO – Eataly World, che sorgerà a Bologna per promuovere un'educazione alimentare, i saperi del cibo, il consumo consapevole e la produzione sostenibile. 100.000 mq di biodiversità ad accesso gratuito, nati dall’impegno della Fondazione FICO e dell’’Università di Bologna che, tra le istituzioni promotrici del progetto, è attiva fin dall’inizio nella progettazione del Parco.

Come dichiarato dal Prof. Andrea Segrè, docente di Politica Agraria Internazionale e Comparata dell’Alma Mater e presidente della Fondazione FICO per l’Educazione Alimentare ed alla Sostenibilità, il Parco Agroalimentare è pronto per concretizzare l’impegno preso con la città e l’intero Paese, per la divulgazione dei valori italiani in materia di sicurezza e di educazione alimentare e ambientale. Dal 15 novembre ogni cittadino del mondo potrà toccare con mano le eccellenze agroalimentari italiane, partecipando alla nascita dei prodotti nel percorso che li porta dal campo alla tavola. Un traguardo importante che rinnova l'obiettivo di veicolazione dei valori legati al cibo e alla Dieta Mediterranea, alla cultura enogastronomica italiana, a un corretto stile di vita e di alimentazione e alla conoscenza delle tradizioni e storia dell’agricoltura attraverso un’attività costante di formazione e promozione culturale.

Un impegno che sarà portato avanti dalla Fondazione FICO insieme ai suoi partner istituzionali: oltre all’Università di Bologna, ora anche l’Università di Trento, l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo.

La data di inaugurazione è stata decisa dal Comune di Bologna, promotore del progetto, con FICO Eataly World - la società di gestione del Parco, la Fondazione FICO per l'Educazione alimentare e alla Sostenibilità, di cui l’Università di Bologna è Partecipante Istituzionale, Prelios Sgr, e con CAAB - Centro Agroalimentare Bologna.