Unibo Magazine Unibo Magazine

Le "sentinelle del mare" Unibo arrivano ad Our Ocean

Alla conferenza internazionale sul futuro degli oceani che si terrà a Malta (e che ospiterà più di cinquanta capi di stato e ministri) sarà presentato il progetto dell'Alma Mater pensato per monitorare e tutelare le specie animali e vegetali del Mediterraneo


Foto di J. M. Mille

Sea Sentinels, il progetto delle "sentinelle del mare" promosso dall'Università di Bologna, sarà presentato ad Our Ocean, la conferenza internazionale sul futuro degli oceani che si terrà a Malta il 5 e 6 ottobre. All'evento ci saranno più di cinquanta capi di stato e ministri per un totale di oltre settecento partecipanti provenienti da più di sessanta paesi, invitati dalla Commissione Europea.

Ideato dal Laboratorio di Biologia Marina e Pesca di Fano e da Marine Science Group del Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali dell'Alma Mater, Sea Sentinels - Divers United for the Environment è un progetto aperto, pensato per monitorare e tutelare le specie animali e vegetali del Mediterraneo. Tutti gli amanti del mare possono partecipare, dai semplici bagnanti fino ai sub professionisti. Bastano cinque minuti, una volta usciti dall'acqua, per compilare una semplice scheda su cui indicare, con l'aiuto di una serie di immagini, la presenza e abbondanza delle specie marine incontrate.

Il progetto è partito a marzo di quest'anno e, tra Italia, Croazia, Turchia, e Spagna, sono già più di cinquanta le scuole e i centri d’immersione che hanno aderito.

Quella del 2017 sarà la quarta edizione di Our Ocean e la prima ospitata dall'Unione Europea. Il focus sarà sul Mediterraneo, sull’oceano Atlantico e sull'oceano Indiano. Si parlerà di aree marine protette, pesca sostenibile e cambiamenti climatici.

Dalle edizioni degli anni passati - negli Stati Uniti nel 2014 e 2016 e in Cile nel 2015 - si è ottenuto lo stanziamento di miliardi di euro a favore dell’ambiente e Our Ocean 2017 ha già visto il raggiungimento di oltre 150 impegni di finanziamento in diversi settori, dalla pesca tradizionale all’area tecnologica.