Unibo Magazine Unibo Magazine
Home Incontri e iniziative Ricerca di successo al Campus di Rimini: incontro con Luca Magnani

Ricerca di successo al Campus di Rimini: incontro con Luca Magnani

Il giovane ricercatore dell'Imperial College di Londra guida un team di ricerca impegnato a capire come le cellule tumorali evolvono durante la terapia per sviluppare resistenza ai farmaci e diventare più invasive

Venerdì 18 maggio, dalle 10, al Dipartimento di Scienze per la qualità della vita dell’Alma Mater, a Rimini, è in programma un incotnro con Luca Magnani, ricercatore all’Imperial College di Londra. Insieme ai suoi collaboratori, Magnani incontrerà gli studenti del Campus di Rimini per raccontare la sua esperienza e spiegare perché la ricerca scientifica non ha confini.

Nato a Rimini nel 1978, Luca Magnani si laurea in Biotecnologie a Bologna nel 2004, dopo essere stato quattro mesi negli Stati Uniti per preparare la tesi. Dopo la laurea torna negli Stati Uniti, alla Purdue University, e nel 2008 consegue il dottorato. Dopo un’esperienza alla Michigan State University, si sposta al Dartmouth College, dove inizia a lavorare sul ruolo dell’epigenetica nel cancro al seno. Nel 2013 vince una Junior Research Fellowship per fondare un proprio gruppo di ricerca all’Imperial College di Londra, dove lavora da allora. Nel 2017 vince il prestigioso CRUK Cancer Development Fellowship Award. Il suo laboratorio è formato da uno staff di otto ricercatori con varie competenze, il cui obiettivo è capire come le cellule tumorali evolvono durante la terapia per sviluppare resistenza ai farmaci e diventare più invasive.

Il ricercatore si trova a Rimini per un raduno del suo network di ricerca, insieme ai gruppi coordinati da due suoi collaboratori: Simak Ali dell’Imperial College di Londra, che studia la resistenze alla terapia endocrina in donne con recidiva di cancro al seno, e Pernette Verschure, dell’Università di Amsterdam, che studia come certi geni possano essere trascritti in modo stocastico o deterministico in cellule normali e tumorali. Durante la loro permanenza, Luca e i suoi colleghi visiteranno anche l’IRST di Meldola.

"Poter incontrare un ricercatore che, nonostante la giovane età, rappresenta un’eccellenza assoluta a livello mondiale è senza dubbio un’occasione unica per gli studenti", dice Claudio Stefanelli, Direttore del Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita, che organizza l’evento con la collaborazione di Uni.Rimini. "Luca racconterà la sua esperienza per spiegare quali sono gli ingredienti per avere successo nel mondo della ricerca, partendo proprio da Rimini e sfatando falsi miti. L’incontro è rivolto agli studenti del Campus, a tutti i ricercatori che vogliono conoscere Luca e il suo network di ricerca, ma anche alla cittadinanza. Infatti, molti riminesi non sanno che sono numerosissimi i loro concittadini che contribuiscono a far conoscere la loro città in varie parti del mondo attraverso l’avanzamento della scienza e della cultura".