Unibo Magazine Unibo Magazine

Mostra per data

La notte Dams

9 Giugno 2006

Aula Absidale di Santa Lucia

Serata conclusiva di premiazioni e spettacolo con la partecipazione di Alfredo Giuliani, premio "alla carriera", Socìetas Raffaello Sanzio, premio "interdisciplinarità" e dei solisti della DAMS Jazz Orchestra diretta da Teo Ciavarella.

Gran finale per il Premio DAMS Festival 2006, che si conclude, com’è consuetudine, con «La Notte Dams», la serata di premiazione e spettacolo, presso l’ Aula Absidale di S. Lucia (via de’ Chiari, 23 – ore 21.30, ingresso libero). Nel corso della serata saranno resi noti i vincitori del concorso e conferiti alcuni premi speciali. Il DAMS di Bologna, infatti, assegna ogni anno due riconoscimenti a prestigiosi rappresentanti del mondo della cultura e dello spettacolo. Per questa quinta edizione 2006 del Premio DAMS, verrà assegnato il Premio "alla carriera" ad Alfredo Giuliani, critico letterario, poeta e saggista, il quale ha insegnato letteratura italiana moderna e contemporanea presso il DAMS di Bologna dal 1971 al 1979. Animatore del dibattito e della ricerca della letteratura sperimentale, il nome di Alfredo Giuliani è innanzitutto legato alla neoavanguardia, in quanto curatore dell’antologia "I Novissimi" uscita con una sua importante introduzione nel 1961 per Rusconi e Paolazzi. Quell’antologia segnava il lancio del gruppo di poeti (Nanni Balestrini, Elio Pagliarani, Antonio Porta, Edoardo Sanguineti e Giuliani stesso) destinati in modi diversi a divenire figure centrali nell’orizzonte letterario italiano. Sua anche la cura del volume Gruppo ’63, "La nuova letteratura". La compagnia teatrale Socìetas Raffaello Sanzio, interprete ai più alti livelli delle relazioni tra le arti, riceverà il Premio speciale "interdisciplinarità", consegnato dal presidente del DAMS Niva Lorenzini. La Socìetas Raffaello Sanzio, fondata nel 1981 da Claudia Castellucci, Romeo Castellucci e Chiara Guidi, esprime nelle sue performance una concezione di teatro come arte che raccoglie tutte le arti, dove la rappresentazione è completamente aperta verso tutti i sensi della percezione, come in un sistema di forze. Il teatro ha così recuperato la sua potenza originaria, quella dimensione plastico-visiva, in grado di connettere le diverse discipline artistiche  in un tracciato d’elaborazione comune. Durante la serata  cinque attori ripropongono la pièce teatrale "Chisciano", nella quale attraverso le porte dell’immaginazione e della lettura, Alonso Chisciano trasforma se stesso in Don Chisciotte, il Cavaliere dalla Triste Figura. Lo spettacolo è frutto del gemellaggio avviato, grazie all’Associazione culturale TILT di Imola, tra il DAMS e l’Universidade do Estado de Santa Catarina, Florianopolis (Brasile) con il coinvolgimento dell’italo-brasiliano Milton De Andrade, docente di Interpretazione e Regia Teatrale, e direttore della Andras Cia de Dança Teatro. Nel corso della serata sarà consegnato anche il premio speciale Granarolo "Le arti per la vita", che sarà assegnato dalla giuria del Premio DAMS ad uno dei partecipanti al concorso, con l’obiettivo di premiare un elaborato artistico di qualità a sostegno della vita. Il Premio DAMS Granarolo interviene al fianco dell’ateneo bolognese con l’obiettivo di premiare ed insieme stimolare talento e creatività nei giovani, affermando ancora una volta la necessità di rendere all’arte uno dei suoi significati più profondi, ovvero la capacità di "sostenere la vita". La serata di spettacolo sarà animata musicalmente dai solisti della DAMS Jazz Orchestra, l’orchestra jazz dell’Ateneo bolognese, diretta da Teo Ciavarella.